Crea sito

Pace (di Roberta Lorusso)

Grazie a Roberta, punto di riferimento e Maestra di vita.

Pace

è il suono del mare che sciacqua gli scogli,

il sussurro dai denti marci

dell’ultimo uomo al suo cane,

l’alba che si fa mattina tra le cosce rosa,

la rosa che s’apre profumando i raggi caldi.

Pace

è il sogno tra mura sporche di sangue,

mura antiche e laiche, tra le cui crespe,

non germoglia alcuna Primavera

e al cui riparo ancora sventolano veli.

Pace

è il poeta che canta al potere

di liberare che prega,

la voce è indifesa,

il Simun l’abbraccia e la brucia,

il poeta ha soltanto parole,

nessun vento le brucerà tutte,

le parole sono più veloci del vento,

entrano dalle finestre aperte,

si stendono tra i corpi morti

placano il pianto dei vivi, dei bimbi, dei vecchi.

Pace… pace… pace

Si culla la mente nel sogno

Ed il profumo del mare è lì,

ad un passo.

(Roberta Lorusso, Lungo quanto un filo d’erba, Edizioni Erranti Cosenza, 2016)

Pietro Marchio – Storia della Calabria e della Sila

Ti potrebbe interessare anche...