Crea sito

Bambini vittime di mafia

Il 21 marzo 2019 ha visto migliaia di persone scendere in piazza in memoria delle vittime innocenti di mafia. Storia della Calabria e della Sila vuole ricordare alcuni dei bambini uccisi sul territorio calabrese dal secondo dopo guerra ad oggi. Grazie all’analisi svolta da Bruno Palermo, nel libro “Al posto sbagliato, storie di bambini vittime di mafia” si cerca di concedere simbolicamente una seconda vita ad ogni minore vittima della barbarie umana attraverso la costruzione della Memoria di ogni singolo nome.

In memoria di:

Domenico Zucco, 3 anni, Taurianova (RC), 1951

Concetta Lemma, 16 anni, Feroleto della Chiesa (RC), 1963

Cosimo Gioffrè, 12 anni, Sant’Eufemia d’Aspromonte (RC), 1965

Salvatore Feudale, 10, anni, Crotone (KR), 1973

Rocco Gallace, 13 anni, Guardavalle, (CZ), 1974

Giuseppe Bruno, 18 mesi, Seminara (RC), 1974

Nicola Melfi, 17 anni, Casabona (KR), 1996

Mariangela Ansalone, 9 anni, Oppido Mamertina (RC), 1998

Gianfranco Madia, 15 anni, San Giovanni in Fiore (CS), 2000

Paolo Rodà, 13 anni, Ferruzzano (RC), 2004

Domenico (Dodò) Gabriele, 10 anni, Crotone (KR), 2009

Nicola Campolongo, 3 anni, Cassano all’Ionio (CS), 2014

*I nomi dei bambini vengono tratti dal testo di Bruno Palermo.

Pietro Marchio – responsabile Storia della Calabria e della Sila.

Ti potrebbe interessare anche...